Gran Canaria
GranCanaria.com El Tiempo Hoy Home

Cultura

 

Grotta Dipinta di Gáldar

Tutte le visite alla Grotta Dipinta (Cueva Pintada) di Gáldar sono guidate, dunque è necessario prenotare con anticipo. Potete farlo chiamando il (+34) 928 895 746 oppure utilizzando il servizio entradas.com

 

Dopo lunghi anni di scavi, la Grotta Dipinta e il villaggio preispanico di Gáldar tornano a essere aperti al pubblico. Questa inaugurazione si pone come obiettivo divenire uno degli eventi culturali degli ultimi anni più importanti di Gran Canaria e rappresentare un forte incentivo alla valorizzazione turistica della zona settentrionale dell’isola.

Turisti guardano un video nel Museo della Cueva Pintada
Disegni nella grotta Cueva Pintada

Il Museo e Parco archeologico Grotta Dipinta è il risultato di oltre 24 anni di scavi e conservazione di un enorme insieme archeologico. Costruito sopra i resti di un antico villaggio aborigeno canario, il museo è una testimonianza eccezionale della cultura degli antichi abitanti dell’isola, della società precedente l’arrivo degli europei a Gran Canaria e dei primi anni della colonizzazione. L’insieme archeologico offre ai visitatori la possibilità di conoscere nei dettagli le abitazioni e le grotte indigene, potendo osservare gli scavi attraverso una pedana che circonda il villaggio.

Il museo prende nome dalle pitture che si trovano nella Grotta Dipinta, luogo simbolico della cultura canaria, e che è ora possibile visitare grazie ai lavori che ne hanno permesso l’accesso ai turisti.

L’importanza di queste pitture, come memoria del passato storico di Gran Canaria, è stata riconosciuta nel 1972 attraverso il conferimento come parte del Patrimonio storico artistico degli spagnoli. Si tratta di una grotta artificiale, scavata nel tufo vulcanico, le cui pareti appaiono decorate da diversi fregi con motivi geometrici.

Una coppia osserva il Parco Archeologico su una passerella
Museo e Parco Archeologico della Cueva Pintada

Il Parco archeologico che circonda la Grotta Dipinta, situato nella parte Nord Est dell’isola, è il frutto dello sforzo di moltissime persone coinvolte nella salvaguardia della cultura dei primi abitanti dell’isola. Rappresenta, inoltre, un importante sostegno alla promozione turistica dell’isola, una risorsa enorme per la quale è atteso l’arrivo di oltre 50.000 visitatori all’anno.

Per tutti coloro che sono interessati a conoscere una cultura antica nata nel cuore di un’isola situata in mezzo all’oceano Atlantico, è una visita a cui non si può rinunciare.

Grazie alla sua recente apertura, il Museo e Parco archeologico Grotta Dipinta di Gáldar si avvicina a quella realtà cui ha sempre aspirato: un museo in situ, concepito come zona archeologica e museo allo stesso tempo. Parallelamente, un ampio programma di ricerca, di eventi didattici e di diffusione conferirà alla nuova istituzione un ruolo predominante nel panorama scientifico e culturale dell’isola.

Per ulteriori informazioni, consultare il sito Web: www.cuevapintada.com

Patronato de Turismo de Gran Canaria. Tutti i diritti riservati..
Ambito Legale ::