Gran Canaria
Web Ufficiale del Turismo di Gran Canaria
Silueta Gran Canaria Site Map
Gran Canaria
L'isola

Quartiere marinaro di San Cristóbal

Quartiere marinaro di San Cristóbal

Bambini giocano nel Viale di San Cristobal

Se portano un canario con gli occhi bendati nel quartiere marinaro di San Cristóbal, si renderà conto immediatamente di dove si trova, per via del caratteristico odore di pesce fresco, elemento che contraddistingue il posto insieme al rumore del mare che trascina i ciottoli di pietra sulla spiaggia.

Non importa se il visitatore è un turista o una persona del posto, questo angolo dell’isola lascerà comunque un ricordo speciale. Anche se l’abitudine a volte impedisce di apprezzare le cose, qui in realtà riusciamo ad assaporare l’autenticità del posto. Vi consigliamo di utilizzare tutti i 5 sensi quando andate a vedere la Fortezza di San Pedro, costruita su una base naturale, ovvero una formazione rocciosa sulla riva del mare. La fortezza abbellisce la costa, l’orizzonte, o entrambi contemporaneamente a seconda del punto di vista.

Fortezza di San Pedro (Castello di San Cristóbal)

Il quartiere marinaro è composto da un nucleo di case simili, situate a pochi metri dal mare, una strada con il lungomare, un porto che risale al 1980 e persone cordiali. Così si può riassumere in poche parole San Cristóbal, un quartiere con oltre 150 anni di storia, dove si respira tranquillità, si gode la brezza marina e si può apprezzare la cucina tipica in uno dei tanti ristoranti di un quartiere così particolare.

Nessuno conosce questa costa come i marinai che sono rimasti qui e che ricorrono a vecchie immagini quando capita l’occasione d’iniziare una conversazione. Vi racconteranno di quando venne introdotto il Chinchorro, l’arte della pesca tradizionale a strascico che in seguito fu proibita e vi menzioneranno anche l’“alga di miglio”, chiamata dagli scienziati Sargassum vulgare, abbondante in questa costa e nella zona di Las Canteras. Dicono che si mangiava, così come le cozze ed il granchio bianco che ai tempi si raccoglievano sulle rocce (oggi se ne trovano pochissime purtroppo) e si cucinava una paella squisita che da allora non ha più avuto lo stesso sapore.

Gli abitanti del posto vi diranno che sulle imbarcazioni che tornavano dalla pesca e pulivano il pesce, si creava una nuvola di gabbiani, a testimoniare che la giornata era stata produttiva. Più la nuvola era grande, più la pesca era andata bene.

Viale di San Cristóbal

Oggi il quadro è diverso, anche se il posto continua ad essere meraviglioso, i marinai assicurano che non è più il paradiso marino di un tempo. Di certo scendere scalzi a prendere patelle e buccini non è la stessa cosa che andare a pescare in alto mare, la pratica più comune attualmente.

Nonostante ciò, i pescatori di questo quartiere continuano a rifornire le migliori pescherie dell’isola. Non sono cambiate neppure le tradizionali imbarcazioni di pesca, modeste e colorate, che continuano a contraddistinguere quello che è sempre stato un punto strategico nella città. Molti anni fa lo era dal punto di vista difensivo, come testimonia ancora oggi la Torre di San Pedro, dichiarata monumento storico artistico nel 1922, conosciuta popolarmente come il Castello di San Cristóbal.

San Cristóbal continuò nel tempo ad essere un punto di riferimento nel capoluogo grazie alla pesca, ed oggi si contraddistingue per il suo aspetto pittoresco, tradizionale e semplice, oltre che per la sua gente.

Il quartiere conserva ancora il sapore di quei tempi e la sua immagine accogliente. Si tratta di una zona sulla costa di Las Palmas de Gran Canaria, situata alle spalle della città, che senza volere invita il visitatore ad addentrarsi nel suo universo più intimo. Un luogo senza frontiere dove vale la pena fermarsi un po', anche solo per respirare e per ammirare il tramonto.

Documento sin título
Come arrivare in macchina

Sull’autostrada GC-1, da las Palmas de Gran Canaria verso il sud, prendiamo l’uscita per San José e facciamo un’inversione di marcia per prendere una piccola uscita che troviamo a destra, subito dietro alle case del quartiere marinaio di San Cristóbal. Se invece siamo sull’autostrada GC-1 in direzione Las Palmas de Gran Canaria, prendiamo la stessa uscita ma evidentemente senza fare l’inversione di marcia.

La bicicletta è un ottimo mezzo per arrivarci per chi si trova già in altri punti del capoluogo. Di fianco al lungomare c’è la corsia delle biciclette ed il percorso è indimenticabile.

Documento sin título
Luoghi d’interesse nei dintorni

Vale la pena visitare le piscine naturali di La Laja, raggiungibili con la stessa autostrada GC-1, in direzione sud.


Edifici interessanti

Il Torreón de San Pedro Mártir, conosciuto popolarmente come il Castello di San Cristóbal.

+ info

I cookie le permettono di visualizzare i contenuti correttamente. Accedendo ai nostri servizi accetta il suo utilizzo. Se continua la navigazione vuol dire che accetta il suo utilizzo.